Obesità: personalizzazione della dieta con Nutrigenetica

15/06/2017

(Rif. Bibl.) L’obesità è un importante problema di salute pubblica globale, un gran numero di studi ha analizzato diverse strategie volte ad indurre un bilancio energetico negativo e, di conseguenza, la perdita di peso corporeo. Tuttavia la maggior parte dei programmi di perdita del peso sono generalmente senza successo, così sono stati effettuati diversi interventi per identificare i fattori fisiologici e comportamentali al fine di attuare un trattamento personalizzato. 
 Oggigiorno, un approccio individualizzato viene proposto attraverso la cosiddetta nutrizione personalizzata, per cui non solo il fenotipo ma anche il genotipo viene usato per il trattamento nutrizionale personalizzato. 

Ma che cos’è la Nutrigenetica?

Nei vari individui, la sequenza dei geni nel DNA è uguale per il 99,9 %, ma nel restante 0,1 % ci sono delle differenze importanti, queste sono chiamate SNP (Single Nucleotide Polimorphisms – polimorfismi a singolo nucleotide), responsabili di una risposta diversa per esempio ad un farmaco, all’effetto di sostanze ossidanti o anche agli alimenti introdotti.T utto ciò spiega la reazione individuale alle sollecitazioni che provengono dall’ambiente e dall’alimentazione.
La nutrigenetica è proprio la scienza che studia come la variazione genetica individuale influenza la risposta di ognuno di noi a particolari nutrienti e alle tossine.

Per quanto riguarda la regolazione del peso corporeo, sono stati individuati diversi polimorfismi nella zona di geni legati alla spesa di energia, l'appetito, l'adipogenesi, insulino-resistenza, e il metabolismo dei lipidi. Anche se la nutrizione personalizzata si riferisce principalmente al patrimonio genetico, i recenti progressi nelle indagini di epigenoma e microbioma aprono la porta per attuare le raccomandazioni più personalizzati per la gestione del peso corporeo. In questo contesto, recenti studi hanno dimostrato l'esistenza di diversi marcatori epigenetici che possono modificare l'espressione genica e potrebbero essere coinvolti nel risultato di interventi di perdita di peso. Inoltre, diversi studi hanno dimostrato che gli interventi dietetici potrebbero influenzare la composizione della flora intestinale e hanno un impatto sul peso corporeo. L'integrazione di nutrigenetica, epigenetica, ed i dati metagenomici può portare alla progettazione di trattamenti dietetici più personalizzati per prevenire le malattie croniche e per ottimizzare la risposta dell'individuo di interventi dietetici.

Genoma ha creato il test genetico Weight Control che studia le varianti genetiche che determinano una predisposizione all’aumento del peso, consentendo di definire le strategie alimentari personalizzate sulla risposta ai nutrienti introdotti, per ritrovare il peso forma e mantenerlo in modo duraturo.

Il regime alimentare personalizzato permette di stabilire la quantità e la qualità dei nutrienti per:

• migliorare il metabolismo 
• modulare perfettamente l’introduzione di cibi che inducono aumento di peso in relazione alle carenze metaboliche dovute alla predisposizione genetica