Mangiare più cereali, verdura, frutta e fagioli per prevenire il cancro

13/07/2017

Il Fondo mondiale per la ricerca sul cancro (World Cancer Research Fund), in seguito alla revisione di tutti gli studi scientifici sul rapporto tra alimentazione e tumori a cui hanno collaborato oltre 150 ricercatori, ha pubblicato alcuni consigli su quali alimenti assumere per prevenire l’insorgere di un tumore.
In particolare poniamo attenzione sul consumo di cereali, verdura, frutta e fagioli. (Rif. Bibl.)

Ecco le raccomandazioni personali
Mangiare almeno cinque porzioni (almeno 400 g ) di verdure non amidacee e di frutta ogni giorno
Mangiare cereali non trasformati e / o legumi in ogni pasto
Limitare cibi raffinati con amido
Si consiglia di consumare frutta, verdure e legumi, una fonte naturale di fibra alimentare

Il modo migliore per sfruttare il potere protettivo del mondo vegetale è consumare cereali e legumi in grande varietà.
Cereali e simil-cereali: grano, farro, orzo, quinoa, grano saraceno, amaranto, riso, mais. Preferire cereali in chicco e prodotti derivati da farine integrali.
Legumi: ceci, piselli, lenticchie, fave, soia, fagioli borlotti, cannellini, corona, azuki

Per assicurarci varietà tra frutta e verdure può essere utile variarne i colori.
verde: zucchine, broccoli, asparagi, kiwi
blu-viola: more, mirtilli, melanzane, prugne
giallo-arancio: arance, peperoni, carote, albicocche, pesche, limoni
rosso: pomodori, mele rosse, lamponi, fragole, cavolo rosso, barbabietola
bianco: cipolle, porri, verza, cavolfiore 

Per quanto riguarda invece gli integratori alimentari:
Gli integratori alimentari possono contenere vitamine, sali minerali, erbe o altri estratti vegetali e si trovano sotto forma di pastiglie, capsule, in polvere o in forma liquida. Tutti questi prodotti non possono essere considerati sostituti degli alimenti, prima di tutto perché l’assunzione di un nutriente in alte dosi può avere un effetto completamente diverso sull’organismo rispetto all’effetto che avrebbe se consumato con gli alimenti. Per i micronutrienti non vale la regola “di più è meglio”. Esistono momenti della vita o particolari patologie in cui l’organismo necessita di un aiuto con supplementi ma è importante che, in qualsiasi caso, ci si rivolga a un medico.